Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Messaggio dell'Ambasciatore

 

Messaggio dell'Ambasciatore

Desidero rinnovare i miei saluti ai connazionali, agli italo-dominicani e gli amici dell'Italia nella Repubblica Dominicana.

L'Italia e la Repubblica Dominicana condividono una lunga storia di amicizia, che si rafforza grazie alla presenza di una importante comunità italiana, che ha qui portato capacità imprenditoriali, di innovazione tecnologica e culturali.

Come avete potuto notare, l’Ambasciata si è trasferita dalla sua Sede precedente: il trasferimento temporaneo è propedeutico alla costruzione di un nuovo complesso. L’idea è che la nuova Ambasciata sia moderna e funzionale, affinché possa garantire a tutti gli utenti un livello adeguato di servizi; allo stesso tempo, vorremmo diventasse la prima “vetrina” dell’Italia in Repubblica Dominicana, un’Ambasciata viva, aperta e che rappresenti il nostro Paese.

In questi ultimi anni, a seguito della riapertura dell’Ambasciata, tutti i funzionari ed io personalmente abbiamo fatto molto per fornire una rinnovata immagine dell’Italia, viste le eccellenti relazioni tra i nostri Paesi, culminate nel 2019 con la visita del Presidente della Repubblica Dominicana, Danilo Medina, al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.

Ricordo inoltre il rinnovamento della Camera di Commercio Dominico-Italiana, della quale fanno parte le maggiori realtà economiche della Repubblica Dominicana, molte di queste di origine italiana. Questa inclusività e rappresentatività, porterà all’individuazione di migliori opportunità di business, sia per le imprese italiane in Repubblica Dominicana, sia per le imprese locali verso il nostro Paese.

Anche dal punto di vista culturale è stato fatto molto: ricordo con piacere la partecipazione dell’Italia come ospite d’onore alla prima edizione della Settimana del Design della Repubblica Dominicana, così come la prima partecipazione della storia della Repubblica Dominicana alla Biennale di Arte e Architettura di Venezia nel 2019, con l’artista Lidia Leon.

Da novembre 2019 e’ stato inoltre inaugurato un intero anno di programmazione culturale di assoluta eccellenza, per celebrare il V Centenario dell’arrivo a Santo Domingo di Alessandro Geraldini, primo laureato delle Americhe, primo Vescovo residente di Santo Domingo e costruttore della Cattedrale. Questo anno culturale è stato pensato come il momento per far conoscere le eccellenze italiane nel campo del design, dell’architettura, dell’arte e della scienza, collaborando insieme a organizzatori dominicani.

Sempre da fine 2019 è attivo l’unico corso di lingua italiana per stranieri in Repubblica Dominicana, presso l’Instituto Tecnologico de Santo Domingo, finanziato dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, che sta riscuotendo molto successo, con sempre più studenti interessati ad imparare la nostra lingua.

Un ultimo punto riguarda i servizi consolari offerti dall’Ambasciata: sono convinto che, rispetto al passato, i servizi consolari siano offerti in maniera sempre più efficiente e rapida. Stiamo lavorando ogni giorno per migliorare ulteriormente i servizi che offriamo all’utenza per fare in modo di offrire, a chi ne ha diritto e titolo, un riscontro positivo, efficace e risolutivo.

Sono sempre più convinto che ci siano grandi possibilità per espandere ulteriormente la collaborazione tra i nostri Paesi, costruendo sempre più ponti vivi tra le nostre nazioni.

Un caro saluto a tutti,

Andrea Canepari

 

***

Link al discorso di S.E. Andrea Canepari in occasione della Festa Nazionale (02/06/2020)

Versione in italiano

Versione in spagnolo


9